ItalianoEnglish

 

“Bahalo è un po’ disordinato, caciarone un po’ sgarrupato, “all’inizio non lo sai bene, è un po’ “bahalo”

quella cosa…ma interessante!”.

Circo Bahalo, un progetto strampalato, disordinato, ma anche unico, fresco, spontaneo e originale

da portare in giro per il mondo: questo il sogno, ma anche la realtà condivisa da Aldo, Regas e Aimilios,

maestro e discepoli, colleghi e amici, spiriti liberi che si incontrano a Rodi qualche anno fa.

Era un’afosa estate greca del 2009, quando Aldo, 55 anni siciliano di Ragusa, carismatico giocoliere,

pioniere dello spettacolo di strada in Italia, (Aldo Viral nel mondo della giocoleria), dà vita,

con l’amico Panayoti (attore e musicista della prestigiosa Accademia Drammatica Nazionale Greca),

al progetto “Circo Bahalo”. Aldo è un uomo sensibile e un grande maestro,

Regas e Aimilios, 25 e 21 anni di Rodi, due ragazzi con la passione della giocoleria

e la voglia di girare il mondo. Dal loro incontro e dalla comune passione per l’arte di strada, inizia

così un viaggio che li porterà in Italia, (dove i ragazzi frequentano ora la Scuola Romana di Circo),

ad esibirsi dovunque ci sia un pubblico pronto ad applaudirli.

Vite e vissuti diversi i loro, che si intrecciano tra una clavetta e l’altra ad un semaforo,

in una piazza o la sera ,dopo ore di allenamento, in uno sguardo, davanti a piatto di pasta,

un bicchiere di vino, in compagnia di una candela e di qualche amico.

Aldo, Aimilios e Regas hanno scelto Roma per questa parentesi di vita, ma le strade del mondo

sono e saranno la loro vera città, un camper la loro casa capace di farli sentire liberi di “essere” e ”fare”.